Fiom-Cgil: 28° congresso nazionale a Padova

Al via giovedì 16 febbraio il XVIII Congresso Nazionale della Fiom Cgil. Una tre giorni che vedrà impegnati 645 delegate e delegati dei metalmeccanici della Cgil (il 55% eletti dalla produzione, il 28% del totale donne) provenienti da tutta Italia e che concluderà il percorso congressuale in categoria iniziato nel mese di ottobre con le assemblee nei luoghi di lavoro, in cui si è discusso degli effetti del conflitto tra Russia e Ucraina, dal rallentamento dell’economia, delle vecchie e nuove crisi industriali e dell’aumento significativo dell’inflazione che incide sui salari e riduce il potere d’acquisto dei lavoratori e dei pensionati.
Alcuni numeri sul nostro percorso congressuale: in categoria abbiamo svolto nei luoghi di lavoro 8.256 congressi di base, coinvolto al voto sui documenti 151.013 iscritti e iscritte, eletto ai vari livelli dell’organizzazione migliaia di delegati e delegate che sono stati protagonisti dei Congressi della Fiom, delle Camere del Lavoro e delle Cgil regionali e che restano il patrimonio insostituibile su cui costruire collettivamente l’agire politico per affermare una società fondata sul lavoro, sui diritti, l’uguaglianza e la solidarietà.
I lavori congressuali saranno aperti dal sindaco di Padova Sergio Giordani e di Loris Scarpa, segretario generale Fiom-Cgil Padova, è previsto l’intervento di Luc Triangle, segretario generale industria All European Trade Union.
La relazione introduttiva il segretario generale della Fiom-Cgil, Michele De Palma precederà il messaggio della senatrice a vita Liliana Segre e poi l’intervento di Gianfranco Pagliarulo, presidente nazionale Anpi. Sarà poi la volta dei saluti di Roberto Benaglia, segretario generale Fim-Cisl e di Rocco Palombella, segretario generale Uilm-Uil.
Il XVIII Congresso Nazionale della Fiom–Cgil sarà caratterizzato, oltre che dal dibattito congressuale con gli interventi dei delegati e degli ospiti, anche da momenti di riflessione e di condivisione a partire dalla presentazione del Commentario sul Contratto nazionale Federmeccanica-Assistal, dalle mostre antifasciste realizzate dall’Anpi e dall’Anppia e dalle sessioni speciali.
La mattina di giovedì 16 febbraio alle ore 10.30 sarà presentato il «Commentario sul Contratto nazionale Federmeccanica-Assistal». I lavori saranno introdotti e coordinati dalla Fiom-Cgil nazionale e interverranno il curatore Vincenzo Bavaro, professore di Diritto del Lavoro dell’Università di Bari, Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica e Francesca Re David, segretaria nazionale Cgil.
Per il secondo giorno, venerdì 17 febbraio, è in programma alle ore 14.30 una sessione con i sindacati internazionali, dal titolo «Pace, Lavoro, Democrazia». Nel corso della giornata interverranno anche Yilmaz Orkan, responsabile Uiki-onlus (Ufficio di informazione del Kurdistan in Italia), Abeer Odeh, ambasciatrice in Italia per lo Stato di Palestina, Cecilia Strada, ResQ People Saving People. Un momento importante sarà rappresentato anche dalla presentazione del libro «Fiom. Una storia di democrazia, contrattazione e conflitto», edito da Futura Editrice con il coordinamento editoriale di Meta Edizioni che ricostruisce la storia della Fiom dalle origini ai giorni nostri, focalizzandosi in particolare sugli ultimi quarant’anni. Alle ore 18.00 a prendere la parola sarà il segretario generale della Cgil Maurizio Landini. La giornata si concluderà alle ore 19.30 con l’assemblea metalmeccaniche: «Donna, Lavoro, Vita, Libertà».
Il congresso della Fiom-Cgil nazionale terminerà sabato 18 febbraio con le conclusioni di Michele De Palma in programma alle ore 12.
Nel corso delle giornate congressuali saranno presenti esponenti politici, studenti, docenti universitari, rappresentanti del mondo della cultura, associazioni e movimenti sociali.
Tra gli altri, sono stati invitati e parteciperanno: Maurizio Acerbo, segretario di Rifondazione Comunista, Fausto Bertinotti, direttore di Alternative per il socialismo ed ex Presidente della Camera dei Deputati, Stefano Bonaccini, candidato alla segreteria nazionale del Pd, Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 Stelle, Nicola Fratoianni, deputato e segretario di Sinistra Italiana, Patrizio Gonnella, presidente di Antigone, Walter Massa, presidente di Arci, Paolo Notarnicola, Rete degli studenti medi, Ludovico Ottolina, Unione degli Studenti, Niccolò Piras, Unione degli Studenti, Giuseppe Provenzano, vicesegretario nazionale del Pd, Elly Schlein candidata alla segreteria nazionale del Pd, Arturo Scotto deputato di Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista, Cristina Tajani, presidente di Anpal Servizi, Laura Vallaro di Fridays For Future, Camilla Velotta, Rete degli studenti medi, Haron Zeriali, Link Coordinamento Universitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *