Siamo davvero pronti a gestire lo smart working?

Benvenuti nell’era del “lavoro senza posto di lavoro”, lo smart working, la modalità di lavoro prevalente adesso in Italia nel settore privato. Un fenomeno che costituisce la punta dell’iceberg del più ampio ghiacciaio dell’innovazione tecnologica e digitale, destinato a cambiare il lavoro, i suoi processi e i suoi contenuti. I giovani neoassunti chiedono di non avere neanche un giorno in presenza, le aziende per attingere ai migliori ormai promettono “a casa sempre” e chiudono sedi…

"Siamo davvero pronti a gestire lo smart working?"

La vera emergenza è il valore delle retribuzioni

Il primo Maggio resiste. Ad ogni anniversario della festa del lavoro è giusto chiedere se il Lavoro è ancora uno dei principi fondanti della democrazia, lo chiedo a me, lo chiedo a voi. Richiamata da tanti la lettera Costituzionale con il suo primo articolo, assunto fondamentale o vuoto richiamo demagogico?Oggi è ancora un valore vero il lavoro?Eppure a giudicare dal potere d’acquisto dei salari, che rappresenta la considerazione che ha il lavoro nella nostra società…

"La vera emergenza è il valore delle retribuzioni"

Quadri donne: la rivoluzione rosa è già qui ora

I Quadri nel settore privato in Italia sono 470.000 a cui si aggiungono circa 114.000 figure apicali nella Pubblica Amministrazione riconducibili ad una autonomia pari a quella dei colleghi Quadri del settore privato (come ben sa il nostro lettore nella PA i Quadri non sono ancora normati). Il trend è in crescita negli ultimi dieci anni del 21,5% con una composizione che è ancora maschile uomini per il 70% ma con una crescita della presenza…

"Quadri donne: la rivoluzione rosa è già qui ora"

L’economia non passa più per il Sud Italia

Il Sud Italia è rimasto prigioniero dei suoi eccessi comunitari familistici, clientelari e anche, in una certa misura, identitari. Una comunità incapace di salire sul treno della modernizzazione dell’Italia e che rischia di perdere anche quello legato al PNRR. Quando il Sud contava nell’economia italiana ed europea a Napoli c’era ancora l’Italsider, c’erano i distretti industriali pesanti, c’erano alcuni snodi importanti di politica nazionale: l’Isveimer, il Banco di Napoli, il Banco di Sicilia, la Cassa…

"L’economia non passa più per il Sud Italia"

Al diritto del lavoro serve un’uscita di scurezza

Gravi segnali, gravissimi, arrivano dai palazzi della politica. Un lunedì nero per il diritto del lavoro il 18 ottobre scorso, quasi alla mezzanotte, quando dalle commissioni VIII E IX della Camera è uscito il testo del provvedimento adottato sul passaggio da Alitalia a ITA. Grave che un governo in cui anche la sinistra, quella della difesa ad oltranza dei diritti dei lavoratori, abbia aggirato la norma di principio contenuta nell’articolo 2112 del codice civile, che…

"Al diritto del lavoro serve un’uscita di scurezza"

La sfida del manager del futuro è l’etica e la dignità delle persone

La convinzione che il lavoro, il profitto e la diligenza abbiano un beneficio morale e un’abilità, una virtù o un valore intrinseci per rafforzare il carattere e le capacità individuali è alla base dell’etica applicata al lavoro. Ma si può essere manager ed avere l’etica come timone per tenere la propria rotta nel lavoro? Ebbene non c’è un valore più alto nella propria attività che l’etica, da cui deriva uno stile di approccio alle situazioni…

"La sfida del manager del futuro è l’etica e la dignità delle persone"

Ripartire Ripartire: la politica (e i sindacati) alla prova dei fatti

Ci sembra strano che si parli di normalità, sembra tutto sospeso, arriverà o non arriverà una nuova ondata? Il dibattito politico si è spostato ora sugli orari del coprifuoco ora sulle mascherine ora sulle previsioni dei virologi. Il tema del lavoro e del pericolo che questa pandemia lasci strascichi di crisi si parla poco ed il dibattito politico sembra molto asfittico. La pandemia ha cambiato stili di vita, costretto agli acquisti online, dato priorità alla…

"Ripartire Ripartire: la politica (e i sindacati) alla prova dei fatti"

La scomparsa di Gugliemo Epifani, il sindacalista colto dal cuore socialista

Guglielmo Epifani ha lasciato la sua esistenza terrena a 71 anni. Segretario generale della CGIL dal 2002 al 2010 e dall’11 maggio 2013 al 15 dicembre 2013 segretario del Partito Democratico, fu anche deputato della XVII Legislatura. Nel 2017 fu uno degli aderenti ad Articolo Uno. Il suo bel libro “Cent’anni dopo, il sindacato dopo il sindacato” scritto con Vittorio Foa è la summa del suo pensiero, lo consiglio perché comprendere l’ampiezza della figura di…

"La scomparsa di Gugliemo Epifani, il sindacalista colto dal cuore socialista"