Post su Facebook contro l’azienda: licenziamento negato

Il Tribunale di Taranto con la sentenza del 26 luglio 2021, si è pronunciata sul caso di un lavoratore dell’ex Ilva licenziato per giusta causa per aver scritto sulla propria bacheca Facebook un commento su una fiction in cui accusava gli autori di non aver avuto il coraggio di fare il nome dell’azienda, concludendo con la parola «assassini». Una frase che il giudice ha definito dura e offensiva ma troppo generica e non attualizzata, trattandosi…

"Post su Facebook contro l’azienda: licenziamento negato"