Giugno 24

Formazione: per gli esperti è ora di investire meglio

Il middle manager per la centralità della sua posizione riveste un ruolo importantissimo all’interno dell’organizzazione. È la figura che si fa garante della messa in pratica delle strategie, della mission e della vision pianificate dal top management. I Quadri direttivi del settore privato o i responsabili di funzioni nel pubblico impiego hanno assunto nel tempo responsabilità manageriali sempre più elevate, con gruppi di lavoro con collaboratori e professionisti, sono ormai lavoratori che si propongono di superare una dimensione specialistica o settoriale del proprio ruolo attraverso l’acquisizione dei criteri e delle tecniche che sono alla base di un’efficace azione direzionale. Dell’importanza della formazione per i middle manager abbiamo parlato con due esperti di formazione e coaching: Giulia Borgherese e Stefano Cera. Per Giulia Borgherese, CEO di BHR società leader nella consulenza, selezione e formazione del personale con alte competenze tecniche e manageriali la leadership di un manager si traduce nella capacità di influenzare in modo positivo i collaboratori e di condurli in modo chiaro e deciso al raggiungimento dei risultati.

Giulia Bogherese Founder and CEO Borgherese HR Designer

Essere leader significa andare oltre il concetto di potere formale e instaurare un clima positivo e di fiducia reciproca, creando commitment e diventando un punto di riferimento costante per i propri collaboratori, è quindi importante fornire al middle manager gli strumenti operativi con un progetto di formazione aziendale che identifichi e sviluppi il proprio stile di leadership e gestire al meglio il proprio team.
Stefano Cera è un formatore specializzato nell’apprendimento esperienziale e metaforico (ad es. cinema e musica) e nello sviluppo personale e organizzativo, in particolare sui temi della comunicazione efficace (in presenza e a distanza), sul public speaking. Ha una lunga esperienza di formazione che ha portato anche come Presidente del Consiglio Direttivo Regionale del Lazio di AIF (Ass. Italiana Formatori) ma soprattutto conosce l’uso della parola e delle relazioni come coach, speaker nella trasmissione Così parlò Cerathustra.

Stefano Cera

Per Stefano Cera i rischi di una formazione del personale non perfettamente progettata sono alti. Molte volte occorre mettere mano a piani formativi sbagliati o venduti all’azienda come parte di progetti in serie e che mal si adattano alle esigenze sul campo. Sia per Cera che per Borgherese deve essere dato spazio nel percorso che il consulente si appresta a fare in azienda all’ascolto delle esigenze dell’impresa, a capire il ruolo e le attività che andranno svolte dalle persone da formare e soprattutto per definire il giusto livello di investimento.
La formazione continua rivolta al middle manager consente di immettere fiducia nei collaboratori che fanno da cerniera tra la dirigenza/imprenditore e i dipendenti, arricchendo le competenze e si migliorano le soft skill dei Quadri potenziando l’intero business.
La formazione aziendale non può essere basata sull’improvvisazione. Per stabilire obiettivi concreti e colmare il gap tra la condizione attuale e i traguardi da raggiungere, le attività di training devono avere una metodologia valida e seguire fasi ben precise e prima di avviare qualsiasi tipo di intervento aziendale e costruire un percorso formativo, bisogna comprendere il contesto aziendale, conoscere il settore, analizzare la cultura aziendale.
Per Giulia Borgherese queste attività richiedono una profonda esperienza, sia per gestire il confronto continuo con il management che per individuare l’approccio più efficace. Mentra per Stefano Cera affidarsi a docenti e a coach privi di certificazioni o senza metodologia può rivelarsi, oltre che inutile, anche dannoso ed è uno spreco di risorse economiche e di opportunità.
Al termine di questo articolo indichiamo alcuni link di approfondimento ad articoli già pubblicati e che possono essere utili per creare il giusto mindset per approcciarsi ai percorsi formativi per comprendere che si tratta di un valore aggiunto, indispensabile per un’azienda dalle basi solide e di successo.
Per approfondimenti:
https://borgherese.it/
https://www.stefanocera.com/

Giù pubblicati su INFOQUADRI:

Quadrifor: la formazione per valorizzare le competenze