Industria: nasce il premio Adriano Olivetti

0

L’eredità di Adriano Olivetti, come mito dell’industria, della creatività e della cultura italiana, che ci ha lasciato l’intuizione e poi lo sviluppo del concetto di impresa, come ambito di crescita sociale, che mette al centro dei propri interessi la persona. Recentemente il CESMAL, il Centro Studi sul Management ed il Lavoro, nell’ambito dei suoi Mercoledì del Lavoro 2024, ha portato all’evidenza questo legame con l’eredità olivettiana attraverso una conversazione con Paolo Bricco, giornalista inviato speciale del Sole 24h, sul suo ultimo libro dedicato proprio al grande imprenditore di Ivrea “Adriano Olivetti, un italiano del Novecento (ed. Rizzoli), qui in link alla sua intervista.
Lo scorso mercoledì 17 gennaio 2024 la Fondazione Adriano Olivetti e la Camera di commercio di Cosenza hanno firmato a Roma un Protocollo di intesa per istituire un Premio Nazionale per promuovere tra le imprese e le scuole italiane i valori di cui è portatrice la figura di Adriano Olivetti: promozione e sviluppo del sistema imprese del proprio territorio, grande attenzione al modello sociale di sviluppo sostenibile di una comunità e alla funzione di responsabilità sociale dell’impresa e dell’imprenditore.
La Fondazione Adriano Olivetti si prefigge lo scopo di promuovere la figura di Olivetti come editore, imprenditore, filosofo, politico, architetto e precursore della sostenibilita’ anche nella organizzazione del lavoro; la Camera di commercio di Cosenza, forte del successo delle Lezioni Olivettiane tra le scuole della provincia, che già’ nel 2019 aveva avviato attraverso una collaborazione tra i due enti, con il fine di promuovere il progetto imprenditoriale di Adriano Olivetti, in cui ricerca tecnologica, design, architettura, responsabilità sociale e responsabilità verso il territorio si sono integrate in un modello unico, innovativo e avanguardistico, di fare impresa, ha pensato di coinvolgere in modo più incisivo le imprese stesse e di farlo sviluppando una progettualità dal respiro più ampio, interpretando così la propria mission istituzionale.
È per questo motivo che, attraverso l’istituzione del Premio, l’Ente cosentino e la Fondazione hanno unito le loro forze per promuovere l’impegno nell’innovazione tramite iniziative di sostenibilità ambientale, welfare aziendale e radicamento sul territorio, garantendo il sostegno alla competitività delle imprese attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale nonché lo sviluppo e la promozione del turismo, l’orientamento al lavoro e alle professioni e l’alternanza scuola-lavoro, oltre che, per la Camera di commercio, lo sviluppo economico del proprio territorio e del suo capitale intellettuale. Un impegno che a pieno titolo può fregiarsi del marchio “Adriano Olivetti ®”, che la Fondazione ha istituito, promosso e registrato in conformità ed esecuzione del proprio fine istituzionale volto a “‘promuovere, sviluppare e coordinare le iniziative e le attività culturali dirette a realizzare il benessere, l’istruzione e l’educazione dei cittadini, attraverso il progressivo diffondersi, in armonia con i principi della Costituzione, di forme comunitarie rispondenti alla configurazione urbanistica, produttiva, sociale, ambientale e culturale della collettività”, secondo, appunto, le idee di Adriano Olivetti.
In questo modo la Fondazione Adriano Olivetti riconosce alla Camera di Commercio di Cosenza l’impegno nello sviluppo di valori di ispirazione olivettiana che hanno contribuito a renderla un modello anche per la capacità organizzativa promossa, ancor più significativo perché queste attività prendono forma e si sviluppano a partire da una realtà del Mezzogiorno d’Italia, che nel pensiero e nell’idea di sviluppo di Adriano Olivetti ha avuto grande rilievo.
Il protocollo di intesa tra i due enti ha come oggetto principale proprio l’istituzione del “Premio nazionale Adriano Olivetti” che sarà organizzato annualmente dalla Camera di commercio di Cosenza, a cura della Camera stessa e della Fondazione Adriano Olivetti, e che sarà rivolto alle imprese e scuole italiane che si sono impegnate o vorranno impegnarsi nella realizzazione di un progetto innovativo legato al tema proposto per quel determinato anno. La Fondazione e la Giunta camerale elaboreranno e approveranno ogni anno il bando e il regolamento, distinto nelle due sezioni dedicate alle imprese e alle scuole, evocando i valori a cui si ispirava Adriano Olivetti e prevedendo di volta in volta temi e ambiti differenti nei quali cimentare la propria innovatività.
Il Premio avrà sede presso la Camera di commercio di Cosenza, ma potrà essere svolto anche in forma itinerante sul territorio nazionale e internazionale. Per la sezione scuole, si punterà sullo sviluppo di idee e di progetti per un modello di impresa sostenibile, sfruttando le risorse e l’habitat del territorio specifico dove si pone l’insediamento, sia in termini produttivi che riguardanti i servizi di comunità. Per quanto riguarda la sezione imprese, invece, saranno premiate esperienze e storie d’impresa, ma anche progetti futuri, che mostrino l’innovatività e/o il rinnovamento di processi o di attività produttive, da cui si generino vantaggi e ricadute positive sulla sostenibilità ambientale e sociale, apportando benefici diretti alla comunità di riferimento.
Le imprese e le scuole che parteciperanno avranno l’opportunità di poter associare alla loro esperienza il nome di Adriano Olivetti, marchio registrato di cui la Fondazione ha concesso l’utilizzo alla Camera, e che è di per sé stesso particolarmente evocativo dei valori ai quali il Premio si ispira. Ove ne ricorrano i presupposti, inoltre, verrà offerta la possibilità di supporto della Camera di commercio di Cosenza nel brevettare l’innovazione presentata.
Non ci resta che augurare un buon lavoro, sia ai ragazzi del progetto scuole che alle imprese per le loro proposte: iniziative come queste sono di forte stimolo per far crescere e migliorare il mondo del lavoro, in contesto sociale attento ad un futuro più sostenibile e responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *