Giugno 24

Smart Workig e infortuni: spetta l’indennizzo

0

SEDE INAIL ROMA EUR

In Italia, lo smart working, o lavoro agile, è regolamentato da leggi specifiche. Il decreto legislativo n. 81/2015 e successive modifiche, noto come Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro, prevede le norme per il lavoro agile.
Tema molto dibattuto è se spetti al lavoratore in smart working un indennizzo in caso di infortunio in assenza, nei contratti individuali o collettivi di accordi specifici tra datore di lavoro e dipendente. Nell’ambito dello smart working, l’attività lavorativa viene svolta senza necessariamente una postazione fissa, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per il suo svolgimento.

Il lavoratore dipendente che subisca un incidente ha il diritto alle tutele Inail? La risposta è si, ma è importante che siano dimostrabili le condizioni sulla cui base l’incidente possa essere qualificato come infortunio sul lavoro. Secondo questo indirizzo generale Inail, dal 3 febbraio 2021, consente di denunciare l’infortunio sul lavoro durante lo Smart Working attraverso il servizio Inail, allo stesso modo di chi lavora in presenza.
L’Inail copre: infortunio sul luogo di lavoro (la propria casa o altro luogo comunicato al datore di lavoro) e l’infortunio in itinere (per andare dalla propria casa nel luogo in cui si lavora in Smart Working). Non tutti gli infortuni durante il lavoro da casa beneficiano della copertura dell’Inail, come del resto avviene anche quando il dipendente è in sede. L’ente può rifiutare il beneficio economico se lo smart worker si è comportato con negligenza e contro il buon senso, causando o contribuendo a causare l’infortunio.
Ecco alcune informazioni importanti riguardo all’assicurazione Inail in caso di infortunio sul lavoro durante lo smart working:
Copertura Inail: Anche se il lavoratore è in smart working, è comunque coperto dall’assicurazione l’Istituto per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. L’Inail fornisce prestazioni economiche e assistenza medica in caso di infortunio o malattia legati all’attività lavorativa.
Comunicazione dell’Infortunio: In caso di infortunio sul lavoro in modalità di smart working, il lavoratore è tenuto a comunicare tempestivamente all’Inail e al datore di lavoro l’accaduto. Questa comunicazione è essenziale per avviare la procedura di riconoscimento dell’infortunio e ottenere le prestazioni previste dalla legge.
Valutazione dell’Infortunio: L’Inail valuterà l’infortunio e determinerà la sua legittimità e la copertura assicurativa. La documentazione medica e tutte le informazioni rilevanti devono essere fornite per supportare la richiesta di prestazioni.
Assistenza Medica: L’Inail copre le spese mediche e farmaceutiche necessarie per il recupero del lavoratore infortunato, anche se l’infortunio è avvenuto durante lo svolgimento del lavoro in smart working.
Prestazioni Economiche: In caso di invalidità temporanea, il lavoratore può ricevere indennità giornaliere. Se l’infortunio comporta un’invalidità permanente, il lavoratore può avere diritto a rendite vitalizie o indennizzi capitali, a seconda della gravità e della tipologia dell’invalidità.
È importante sottolineare che il lavoratore deve svolgere la sua attività in conformità con le normative sulla sicurezza e salute sul lavoro, anche quando lavora in modalità di smart working.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *